PADULA: GRANDE INTERESSE ED UN PUBBLICO NUMEROSO HANNO FATTO DA CORNICE ALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “TESTE MOZZE” DI FRANCO MALDONATO.

COMUNICATO STAMPA “SALOTTO LETTERARIO”

PADULA: GRANDE INTERESSE ED UN PUBBLICO NUMEROSO HANNO FATTO DA CORNICE ALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “TESTE MOZZE” DI FRANCO MALDONATO.
COMUNICATO STAMPAOrganizzato dal “Circolo Sociale Carlo Alberto 1886”, in collaborazione con la Banca Monte Pruno e con il patrocinio del Comune di Padula, è stato presentato, venerdì 18 agosto, nella suggestiva Piazzetta Santa Croce, il libro di Franco Maldonato “Teste mozze”, edito da Iride – Gruppo Rubettino.

Dopo il saluto del presidente del Circolo Carlo Alberto 1886, Felice Tierno, del sindaco di Padula Paolo Imparato e del presidente del Circolo Banca Monte Pruno, Aldo Rescinito, si è entrati nel vivo della serata discutendo del contenuto del testo di Franco Maldonato.

Con l’autore lo hanno fatto, brillantemente, il giornalista Giuseppe D’Amico e Carmine Pinto, docente di Storia Contemporanea presso l’Università di Salerno. Un romanzo storico che rivisita la vicenda umana e politica di Costabile Carducci, una delle più belle figure dei moti del 1848. I fatti raccontati sono reali: romanzati sono solo i dialoghi relativi alla storia tra Costabile e sua moglie Vittoria Del Re.

Le vicende narrate da Maldonato nel suo romanzo, basate su accurate ricerche d’archivio, approfondiscono ed evidenziano il legame esistente tra avvenimenti di carattere europeo e la provincia salernitana, soprattutto con quel Cilento che in più occasioni divenne uno dei principali scenari del Risorgimento italiano.

Il libro, risulta molto avvincente, perchè scritto con doti di buon narratore e storico rigoroso, che Franco Maldonato ha dedicato al suo amato padre Pino, scomparso pochi anni fa, del quale ha scritto: “Alla memoria di mio padre, al quale debbo non solo la mia formazione morale ma anche la mia educazione intellettuale. In una parola: tutto!”. “Questa è una storia, ha osservato, tra l’altro, Franco Maldonato, che ci riguarda da vicino, che ci interpella come cittadini del Golfo di Policastro e del Cilento, perchè in quella storia affondano le ragioni della nostra incipiente costituzione, come comunità politica che aspirava alla libertà!”. Nel corso della serata, allietata dalle splendide musiche dei Maestri Gaetana e Gennaro D’Alessandro -violino e pianoforte- sono state premiate due donne iscritte allo storico Sodalizio padulese: Lucia Tierno, come -“La più Giovane Associata”- e Assunta Tepedino, indicata quale “Donna dell’Anno 2017”.

Tra i presenti, il Presidente dell’Associazione “Amici del Vallo di Diano” in Toscana, Gesualdo Russo, originario di Sassano.

8° CONCORSO NAZIONALE DI PITTURA ESTEMPORANEA SCORCI DI PADULA

8° CONCORSO NAZIONALE DI PITTURA ESTEMPORANEA SCORCI DI PADULA_Pagina_1Nell’anno che celebra il 131° Anniversario della propria fondazione, il “Circolo Sociale Carlo Alberto 1886”, in collaborazione con la Banca Monte Pruno, la Tubifor ed il Comune di Padula, promuove la ottava edizione del Concorso Nazionale di Pittura Estemporanea, denominato “SCORCI di PADULA”, finalizzato alla scoperta degli angoli più suggestivi della cittadina attraverso l’interpretazione pittorica dei partecipanti. La manifestazione ha lo scopo di promuovere e divulgare l’Arte della pittura e di richiamare a Padula artisti per ritrarre dal vivo gli “scorci” del paese, far rivivere la memoria storica all’interno delle sue tradizioni e mettere in risalto le bellezze naturali, gli angoli più suggestivi e caratteristici della cittadina, sede della famosa “Certosa di S. Lorenzo” -sito storico, turistico e culturale, patrimonio dell’Unesco-; il Battistero Paleocristiano di San Giovanni in Fonte; la Casa-Museo “Joe Petrosino”, il “Sacrario dei Trecento”, il trecentesco “Convento di S. Francesco”, etc.

 regolamento